Blog

Un case history di marketing su FB da assaporare

Solitamente chi si occupa di comunicazione e marketing, come me, presenta casi reali di successo, per esemplificare e spiegare enunciazioni teoriche, quali la validità di uno strumento o la bontà di un investimento. I casi citati, il più delle volte, riguardano i propri clienti e il rischio di cadere nell’autorefenzialità è decisamente alto. Molto meno di frequente avviene che l’esperienza realmente accaduta, -il case history, appunto-, sia raccontata da un portavoce spassionato e super partes.

Mi trovavo nella sala d’attesa della mia dentista di fiducia. In un rispettoso e sonnolento silenzio, sfogliavo riviste, come la signora che mi sedeva davanti, cui, dopo alcuni minuti, è squillato il cellulare. Va da sé, che pur non volendo origliare, avrei assistito all’intera conversazione telefonica. Nei fatti, ho sentito convenevoli iniziali, riferimenti a persone e altro che nemmeno ricordo, ma, ad un certo punto, non ho potuto non ascoltare.
La signora infatti stava dicendo testualmente: “Sì, tutti i clienti mi stanno arrivando da Facebook…il sito ne porta, ma la pagina Facebook è proprio una fucina di contatti!”.

Altroché case history….
In quella conversazione, si stavano susseguendo una serie di osservazioni del tutto spontanee, da far invidia ai migliori manuali di social media marketing!
Concetti come il potenziale virale dei social media, la capacità di attivare un passaparola vincente, la possibilità di creare eventi cui partecipano spontaneamente persone, accomunate da interessi, passioni, desideri simili, avevano un valore intrinseco, ancora più forte perché a farsene portavoce era proprio una diretta fruitrice!
Non potevo rimanere impassibile, distrattamente piegata sulle immagini del giornale.

Terminata la telefonata, mi sono presentata alla signora, mi sono scusata per l’involontario ascolto e le ho spudoratamente chiesto quale fosse l’attività, supportata da un approccio social così sapiente .
Sono la titolare di una scuola di cucina e tengo corsi di cake design“.
Fantastico! Le mie congratulazioni!”.
Dal mio cellulare, ho immediatamente cliccato Mi piace sulla pagina Facebook e, qualche giorno dopo, ho visitato il bellissimo concept store dedicato alla casa e alla cucina, dove si tengono i corsi e le degustazioni.

Riflessioni estemporanee:

  • le esperienze e i case history, soprattutto se raccontati con entusiasmo, hanno una forza decisamente più travolgente delle teorie da cui prendono vita;
  • la socialità dei network non è meramente virtuale, ma oltrepassa la dimensione della rete per entrare nel quotidiano;
  • la comunicazione la fa sempre da padrona e i contenuti non possono che avvantaggiare il marketing.

Evviva la convivialità e la creatività!

Comments ( 0 )

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *